Abstract 1° Evento Intersocietario C.A.M.I.G – S.I.M.E.C.N.A.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.camigonline.com/home/wp-includes/functions.php on line 187
Posted · Add Comment

Per l’elenco completo dei prossimi incontri in calendario, vi invitiamo a visitare questa pagina.

  • 5-6 GIUGNO 2015
  • Ore 9.30-19.00
  • AULA MAGNA PALAFIJLKOM
  • Via dei Sandolini n. 79 Lido di Roma

Abstract Intervento del Dott. Sotiris Davlouros

FLEBOLOGIA ESTETICA

Trattamento flebodinamico, emodinamico endovasale combinato dell’insufficienza venosa: microvarici e teleangectasie degli   arti inferiori.

“TRIPLEX” (metodo Sotiris. Davlouros)

La “TRIPLEX” è una metodica (flebodinamica), emodinamica per trattare l’insufficienza venosa e le ectasie dei vasi venosi degli arti inferiori   (teleangectasie e vene reticolari) che riprendono tono e funzione, con ottimo risultato estetico \ funzionale. Si tratta di tre step combinati:

  • BONIFICA delle microperforanti e vene nutrici dei capillari
  • MOUSSE delle perforanti visibili con ecodoppler in posizione   statica, preceduta dalla bonifica
  • LASER E\O SCHIUMETTA “SOFT FOAM” per finittage dei capillari)

1) BONIFICA: ( Ripristinare, ristabilire, restaurare ) : è una scleroterapia dolce, che restringe   il lume,” Shrinkage” con la formazione di collagene e riconsolidamento del tessuto connettivo della parete venosa, si ha una ”Eufibrosi” senza obliterazione, interessando solo un strato venoso, e nelle perforanti di maggiori dimensioni si utilizza meno quantità di mousse. La sostanza sclerosante per la bonifica che si utilizza è il salicilato di sodio al 3% (a minima diluizione) ponendo quale obiettivo la sclerosi della sola parete venosa e promuovendo nel tempo la riduzione del calibro venoso (non si evidenzia infatti all’ eco-color-doppler la chiusura del vaso trattato):

Con la bonifica: si riduce la pressione anomala delle vene perforanti-Ripristino della continenza –Diminuzione del diametro-Scomparsa alla vista dei vasi venosi –Diminuzione della capacitanza –Miglioramento dell’emodinamica – Nelle vene dove è previsto si inietta minore quantità di mousse –Miglioramento soggettivo.

2) MOUSSE Si tratta di una schiuma formata sec. il metodo del “TOURBILLON” Tessari, utilizzando l’Atossisclerol, nelle perforanti di calibro maggiore, provocando una sclerosi completa del vaso, ma dopo che è stata effettuata la bonifica.

3) LASER e\o SCHIUMETTA SOFT FOAM per il finittage dei capillari residui. Il laser trova maggiore indicazione per il matting,   nei pazienti (fototipo 1-2) e per i pazienti agofobici. La schiumetta è un misto: mousse con bolle più grosse, e sclerosante liquida.

STRUMENTI E MATERIALI :

  • Ecocolordoppler
  • Transilluminatore
  • Laser lunghezze d’onda 532nm
  • Siringhe da: 2,5 \ 5 \ 10ml — Aghi da: 27 G \ 30
  • Salicilato di sodio al 6% con la diluizione diventa 3%
  • Soluzione di glicerolo al 10% –
  • Atossisclerol: 0,25%-0,5%- 1-2%
  • Rubinetto a 3 vie
  • Soluzione fisiologica
  • Tutore elastico I classe terapeutica

CASISTICA PERSONALE

follow-up su 1180 pazienti trattati in 3 anni e mezzo:

  • 4% Uomini
  • 96% Donne età 18—65 anni. 60% hanno avuto gravidanze ,
  • 40% Uso anticoncezionali e\o terapia sostitutiva
  • Dal totale delle donne
  • 30% Arti bilaterali
  • 50% Vita sedentaria o in ortostatismo per l’attività lavorativa
  • 5%   Scoliosi \ valgismo \ piattismo.
  • 5%   In sovrappeso \obesità di I° II° grado
  • 10% Cellulite
  • 60% dei pazienti riferiva ereditarietà materna e\o paterna

Dal totale dei pz trattati 20% erano stati sottoposti a Safenectomia magna.

Controllo con ecodoppler prima e dopo il trattamento.

Numero trattamenti: una media di 3\4 sedute per arto.

Segue iconografia di alcuni casi clinici, con foto prima (sinistra) e dopo (destra) l’intervento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*